SACM 35 A

Questa bella pistola nacque da richiesta dell'esercito francese nel 1935 su disegno di Charles Petter, eclettico progettista svizzero.

L'arma, camerata però in un debole 7,65 lungo, non soddisfò le richieste militari e,  avvicinandosi la II guerra mondiale, non fu mai adottata;  venne  solo prodotta per uso privato diventando però, date le moderne soluzioni tecniche ed estetiche,  la “madre” della futura splendida SIG 210.

La SACM 35A ha un ottima impugnatura ma, purtroppo , mire sottili e scarne ed un calibro che non entusiasmante in precisione ; infatti a 25 m, con tutto l’impegno possibile, la rosata si allarga fino alle linee del 7.

Considerando inoltre che le munizioni sono ormai un pezzo da collezione data la rarità, il voto della nostra pagella non può superare il 3.

 

Sei qui: Home News Storia e collezionismo Le pagelle di A. Lucchini - SACM 35A

Contatti