Le pagelle di A. Lucchini - HIGH STANDARD SUPERMATIC

La ditta High Standard, americana del Connecticut, nel 1923 produceva trapani per foratura canne di armi e dal 1932 iniziò a produrre pistole.

Dopo l’intervallo bellico , nel ’46, propose sul mercato civile questo modello sportivo di pistola sia in calibro 22 short sia in 22lr.

Nelle varie versioni caratterizzate da diverse lunghezze di canna (da 5” a 8 “ ) da diametri stretti o larghi , rotondi, quadrati , fresati oppure lisci, quest’arma non solo ebbe un notevole successo sportivo ma fu adottata dall’esercito americano per diletto ed allenamento dei propri ufficiali facilitati dall’impugnatura uguale, nel suo angolo di inclinazione e nella sua forma , a quello della Colt 1911.

Questo modello, ormai non più competitivo con le concorrenti più aggiornate, ha dimostrato un’ottima facilità d’uso, impugnatura ben inclinata , ottimi acciai ed una splendida finitura.

Nonostante il difetto delle mire molto alte in rapporto all’asse della canna, in “buone mani”, quest’arma soprattutto nel tiro mirato è risultata molto precisa con rosate da 49 non raggiungibili invece nelle serie in 10 secondi, punto “cruciale” in ogni gara di pistola standard.

Nonostante il prezzo ancora relativamente elevato l’arma si merita un bel : 7

Sei qui: Home News Storia e collezionismo Le pagelle di A. Lucchini - HIGH STANDARD SUPERMATIC

Contatti